Come giocare alla roulette: tutto quello che c’è da sapere

1782

In molti si approcciano al mondo dei casinò online quasi per caso, magari vedendo giocare qualche amico o ricevendo qualche bonus gratuito che permette di fare partite for free. In questi casi però si rischia facilmente di ritrovarsi ben presto sconfitti, poiché per essere efficaci quando si gioca occorre avere ben chiare le regole dei diversi giochi e soprattutto conoscere tutti i tipi di puntata disponibili.

In questo caso parleremo della roulette, uno dei pezzi forti del menù delle sale da gioco virtuali, e che spessissimo viene associato unicamente alla fortuna. Ovviamente la buona sorte è un elemento che non può non essere considerato quando si parla di roulette ma esistono comunque delle nozioni teoriche che possono aiutare i giocatori a effettuare puntate più oculate e sensate, in modo da non affidarsi completamente alla dea bendata.

49936576

Innanzitutto bisogna prendere confidenza con il tabellone, specchio del disco sul quale gira la pallina. La ruota della roulette classica è divisa in 37 sezioni (38 in quella americana, dove c’è anche la casella del “00”) con i numeri che vanno dallo 0, contrassegnato dal colore verde, al 36 con un alternarsi di caselle rosse e nere. Sulla base di questi fattori si determinano poi i differenti tipi di puntate a disposizione dei giocatori: tra quelle più famose ci sono proprio “rosso” o “nero” e “pari” o “dispari”, oltre che quella sul numero singolo.

Analizzando però la totalità del tabellone possiamo accorgerci che si possono effettuare moltissimi tipi di giocate, come per esempio quella su “manque” e “passe” ovvero sui numeri che vanno da 1 a 18 o quelli che vanno da 19 a 36. Si può poi scommettere anche sulle dozzine, sulle coppie di numeri, sulle terzine, quartine o sestine, ma anche sulle colonne (divise in 1°, 2° e 3°). Il payout di queste scommesse dipende ovviamente dalla quantità di numeri giocati: in caso di vittoria con una puntata su un numero singolo si guadagna 35 volte la posta iniziale, mentre se si riesce a vincere con una puntata su “rosso” o “nero” si ottiene una sola posta di guadagno.

tavolo-francese1

Esistono poi dei sistemi di puntate più complessi che prendono il nome di “voisins du zéro”, “orphelins” “tiers du cylindre” conosciuti in Italia come “vicini dello zero”, “orfanelli” e “serie 5/8”.

La puntata sui “vicini dello zero” consiste, proprio come dice il nome, nel puntare su quei numeri che sono disposti sul disco in prossimità dello 0. Sono un totale di 17 numeri sui quali vengono puntate 9 poste, distribuite su terzine, coppie e quartine, con una doppia puntata sui numeri 0-2-3 e sul 25-29.

La serie 5/8 invece prevede di giocare 12 numeri, con un totale di 6 poste distribuite su 6 coppie di numeri. I numeri in questione si trovano esattamente nella posizione opposta rispetto a quelli che compongono la puntata “vicini dello zero”.

Gli “orfanelli” sono invece quei numeri che non fanno parte delle due puntate precedenti e che sulla ruota dividono proprio i “vicini dello zero” dalla “serie 5/8”. Si tratta di otto numeri che possono essere coperti con 5 poste.

Il-metodo-roulette-orfanelli-per-vincere-DUE-VOLTE-SU-TRE

Ora potete finalmente giocare alla roulette sapendo tutti i dettagli tecnici e provando a elaborare la vostra strategia vincente.

0 Shares